La Poggese femminile resta ancora a galla in zona Cesarini

 Poggese femminile
Poggese femminile
- 35825 letture

La Poggese si salva ancora nei minuti di recupero e torna da San Mauro a Mare con un punto che sembrava ormai impossibile da conquistare. Vantaggio su rigore (contestatissimo) delle padrone di casa con Magnani e pareggio della Bertarello nel recupero di una gara che ha lasciato dietro di sé parecchie polemiche per la conduzione del direttore di gara.

Buona partenza della Poggese che, dopo le brutte prestazioni dell’ultimo periodo, prova a sbloccare il match sfruttando le palle inattive. Il forte vento e l’importanza della gara non permettono un grande spettacolo e si cerca soprattutto di non concedere occasioni alle avversarie. Prima occasione per il San Mauro che riparte in contropiede ma la tempestiva uscita della Bosi (che ha sostituito egregiamente l’Albieri infortunatasi gravemente ad una mano nel riscaldamento) anticipa la veloce Tentoni. La Poggese sfiora il vantaggio al 38’ con la Cavicchioli brava a rubare palla alla Ferracuti, e a calciare dal limite dell’area anticipando l’uscita della Calbucci che tocca il pallone quel tanto che basta per deviarlo sul palo e salvare il risultato. Al 40’ del primo tempo inizia lo show del direttore di gara: conclusione a botta sicura da dentro l’area della Zaniboni parata con il braccio larghissimo dalla Battaglia che di ruolo fa il difensore e non il portiere. Al 43’ e 38 secondi arriva il fischio dell’arbitro che pone fine alla prima frazione. 43 minuti e 38 secondi sul cronometro e non 45 come impone il regolamento.

Nella ripresa le squadre sono sempre attente a non scoprirsi e le occasioni faticano ad arrivare fino al 58’ quando Magnani va sul fondo e appena dentro l’area si lascia cadere: calcio di rigore e Poggese furibonda per la decisione arbitrale. La Magnani si incarica della battuta e fa 1-0. La Poggese fatica terribilmente ad impostare una azione e prova ad affidarsi ad un paio di conclusioni della Santin da fuori area senza trovare la via della rete. Gli animi continuano a scaldarsi e le ragazze mantovane lamentano un comportamento ironico e beffardo dell’arbitro nei loro confronti per tutta la durata della seconda frazione di gioco, ma nonostante l’evidente nervosismo e la situazione di difficoltà gettano il cuore oltre l’ostacolo. Siamo al minuto 91’ punizione della Roveri dalla destra, respinge la difesa, recupera palla la Roncoletta che mette al centro, la Calbucci respinge sui piedi della neoentrata Mazzali, lesta a servire alla Bertarello il pallone che il capitano biancazzurro deposita in fondo al sacco per l’1-1. A pochi secondi dal termine miracolo della Bosi, prontissima a bloccare sulla linea un tiro da due passi della Cerioni e l’imbattibilità della Poggese.

La Poggese è in un momento di flessione che dura ormai da un mese e che vede le biancazzurre faticare tremendamente a ritrovare lo smalto e la brillantezza che ne aveva scandito tutto il girone d’andata. Ora la distanza dal Pievecella è di 3 lunghezze e anche il vantaggio sulle immediate inseguitrici (Vignola e Consolata) si è ridotto a 6 punti. Bisogna al più presto tornare a fare la voce grossa per ritrovare serenità e bel gioco che consentirebbero alle ragazze di Poggio Rusco di coronare degnamente una grande stagione.

 

Virtus SMauro – ACD POGGESE 1:1

Marcatori: 58’ rig. Magnani (VSM), Bertarello 91’

VS Mauro: Calbucci, Squadrani, Battaglia, Melosu, Succi, Ferracuti, Coveri, Cerioni, Benzi, Magnani, Tentoni. A disposizione: Brighi, Spaho, Vincenzi, Castellucci, Corradossi, Angeli. Allenatore: Bertino

ACD POGGESE: Bosi, Natali (87’ Mazzali S), Campagnoli, Bertarello, Riccio, Roncoletta, Santin, Oliani (59’ Potenza), Cavicchioli, Roveri, Zaniboni. A disposizone: Albieri, Schiavon, Mazzali F, Squassabia, Cavalieri. Allenatore: Guandalini

Nicolo Guandalini